giovedì 4 agosto 2011

Il primo approccio con la casa vuota

Il primo incontro con la casa vuota non è stato dei più belli, anzi. Mi è venuta una sorta di depressione cronica. Lo sapete perchè? Perchè dovevo pensare a come arredarla e per le 800 mila combinazioni mi sono accorta che una casa piccola per quanto tu abbia i buoni propositi rimane sempre una casa piccola e le funzionalià sono ridotte e proporzionate proprio per una casa (ancora) piccola.
Alla fine abbiamo fatto un pò di amicizia e ho deciso che il mio arredamento è sempre quello che avevo in mente dal primo momento che l'ho vista.

Ho deciso che era il momento di arredarla e mi sono fatta (ad oggi) circa 3/4 milioni di giri per ogni negozio che vendesse all'interno almeno un pezzo per la casa. E così che mi sono ammalata.

Anna

3 commenti:

  1. Con le case grandi puoi utilizzare mille combinazioni, ma con le case piccole c'è il piacere di sfruttare bene ogni cm e questo mi da più soddisfazione...
    http://ohmydesignstyle.blogspot.com/

    RispondiElimina
  2. Hai ragione! La mia è una tana di 60 metri quadri..difficle per le poche combinazioni di arredamento e posizionamento possibili, ma non c'è niente di più bello che condividere l'avventura dell'arredamento con se stessi.
    :)

    RispondiElimina
  3. la mia 85 mq con 70 mi metri utili e una terrazza di 30 mq con tre alberi di agrumi...

    RispondiElimina

A tutti coloro che sono amanti dell'oggetistica di casa e per tutti i consigli che vogliate darmi..io ho orecchie aperte a tutti! Consigliatemi blog e tutto quello che volete e non dimenticate di seguirmi :D (in alto a dx inserisci la tua email)

The Daily Puppy